Più rispetto per il Cortile delle Stele

Più rispetto per il Cortile delle Stele

Accade spesso, anzi quasi sempre che bande di ragazzi si divertano a correre o zigzagare in bicicletta fra le Stele del Museo Monumento al Deportato, qualche volta bivaccandovi. Lo sanno bene le forze dell'ordine, ma ieri sera una pattuglia di Carabinieri che transitava di lì per altre ragioni, ha compiuto anche un'azione dissuasiva che dovrebbe avere una certa efficacia anche per il futuro. Alcuni adolescenti fra i 16 e i 18 anni, tutti stranieri, che giocavano a nascondino fra le Stele verso le due del mattino, sono stati identificati dai militari dell'Arma, ammoniti a rispettare quel luogo e spediti a casa a dormire.

1084 visualizzazioni