Raccontare scienza e logica nell’espressione artistica

Raccontare scienza e logica nell’espressione artistica

Arte, musica, emozioni, amore: dove stanno la scienza e la logica in questi universi? Risponde Alfonso Cornia, curatore della rassegna “Racconti di scienza, racconti di scienziati”, attraverso la quale indagherà lo stretto rapporto che lega scienze razionali ed espressioni artistiche. 

Il primo incontro si svolgerà domenica 7 ottobre, alle ore 18, e sarà dedicato al cinema: l’equilibro tra luci, suoni e ritmo del film può “ingannare” la mente umana, creando esperienze coinvolgenti in grado di mutare la percezione delle immagini e ampliare le emozioni. D’altronde come sosteneva Alfred Hitchcock, “la creazione cinematografica è una scienza esatta”. L’incontro vedrà la partecipazione di Mauro Magrini, giornalista e scrittore. 

 

Si prosegue domenica 4 novembre, con “Sinfonia quantistica nei computer di domani: dal bit al qubit”, un viaggio nella fisica quantistica attraverso la musica, a cura di Catalina Curcenau, ricercatrice dell’Istituto nazionale di Fisica Nucleare di Frascati, accompagnata dagli strumenti di Gianluca Magnani e supportata dal docente Paolo Bussei.

Il terzo appuntamento (domenica 2 dicembre) cercherà punti di incontro tra matematica e letteratura, individuando percorsi paralleli tra queste due discipline: parteciperanno Gian Italo Bischi, professore ordinario dell’Università di Torino e Massimiliano Rinaldi, docente dell’Ateneo di Trento. La rassegna si chiuderà poi domenica 13 gennaio, con “Einstein&Me – Versione Stand up” di e con Gabriella Greison, fisica, scrittrice e giornalista, che racconterà il lato umano del genio del Novecento attraverso lo sguardo della moglie, Mileva Maric, anche lei fisica e scienziata. 

 

Gli incontri, all’Auditorium Loria, sono a ingresso libero; per informazioni è possibile rivolgersi alla biblioteca.

308 visualizzazioni