Fusione Aimag: ok dei sindacati, ma con riserva

Rassegna stampa locale del 3 maggio

Fusione Aimag: ok dei sindacati, ma con riserva

Le altre notizie: le aste giudiziarie delle abitazioni, il programma della Festa del Patrono e la denuncia di un tunisino

E’ l’ok dei sindacati alla fusione di Aimag con un’altra multiutility, la notizia principale dei quotidiani locali di oggi (apertura per Gazzetta e Prima Pagina). L’unica condizione posta da Cgil, Cisl, Uil e dalle rispettive categorie di settore, è che l’azienda rimanga pubblica e venga salvaguardata la professionalità dei dipendenti con condizioni contrattuali favorevoli. Lo hanno affermato in un incontro con i Sindaci azionisti di Aimag, a cui hanno consegnato le loro linee guida per la fusione. Entro fine anno dovrebbe avvenire un nuovo incontro per condividere un documento finale.

Il Carlino dedica invece l’apertura al fenomeno delle aste giudiziarie delle abitazioni, 25 sul territorio comunale. In vendita sono graziose villette, appartamenti, ma anche storici palazzi carpigiani, come il Marchi Focherini, al prezzo di 475 mila euro. A spiegarne i meccanismi al giornale è il notaio Daniele Boraldi, che ne assicura la totale trasparenza.

Tutti i quotidiani ospitano poi il programma della Festa del Patrono, annunciato ieri in conferenza stampa, con appuntamenti di carattere gastronomico, culturale, ricreativo.

In un trafiletto infine, la notizia della denuncia, da parte dei Carabinieri, di un tunisino per detenzione di stupefacenti (cocaina e hashish), scoperto nella notte tra venerdì e sabato alla stazione dei treni. 

415 visualizzazioni