Rifiuti in centro: offensiva di alcuni commercianti

Rassegna stampa locale del 27 aprile 2016

Rifiuti in centro: offensiva di alcuni commercianti

Troppi bidoni per l'organico, dicono, meglio i cassonetti. Altre notizie: le onoranze funebri comunali fatturano meno e il caso dell'igienista senza diploma

Piccole isole ecologiche di quartiere in centro storico, dove siano accorpati tutti i contenitori, dall’indifferenziato alla plastica, dal vetro alla carta: è quanto chiedono i commercianti alleati in una petizione promossa dai titolari di Forno Sacchi, Cartoleria il Fiocco, Calze di Monica e Interno Divino. E per l’organico, cassonetti al posto dei troppi contenitori sparsi per il centro che generano odore specie con il caldo, attirano topi e non sono un bel vedere nel salotto della città. La notizia, già circolata nei giorni scorsi, è rilanciata oggi in apertura dalla Gazzetta. Il Comune e Aimag, che hanno incontrato più volte i promotori della petizione, ssotenuta anche da diversi social, per ora non replicano.

 

Prima Pagina torna sul tema delle onoranze funebri comunali, rilanciato da un comunicato stampa del Comune che ha riassunto le risposte formite in Consiglio dall’assessore Galantini a una interrogazione dei 5 Stelle. E la risposta si riassume in un dato: in cinque anni, il servizio comunale ha perduto circa 300 mila euro di ricavi, a causa dell’infittirsi della concorrenza e del cambio culturale avvenuto in materia di riti funebri. I 5 Stelle hanno tuttavia difeso il servizio che potrebbe rafforzarsi, in termini di personale e risorse così da diventare più competitivo, passando all’Unione.

Di tutt’altro tenore l’apertura del Carlino che riferisce della prima udienza di un processo che vede imputate la titolare di uno studio dentistico e della sua collaboratrice igienista. La prima ha lasciato fare per anni alla seconda la pulizia dei denti ai propri clienti, anche se non possedeva alcun titolo di studio che la autorizzasse. Del caso si sono accorti i Nas dei carabinenri dopo un’ispeziuone, mentre pare che i pazienti fossero soddisfatti.

L’unica notizia di nera, oggi, la riporta di spalla il Carlino: un tentativo di furto nella notte tra lunedì e martedì ai danni della Tla di via dei Barrocciai, a Fossoli, sventato dalla guardia giurata che ha sorpreso un ladro intento a scalare le pareti del capannone servendosi di una scala rubata nei pressi. Vistosi scoperto, il malvivente si è dato alla fuga nei campi.  

 

Nella foto: i cassonetti dell'organico nel sistema Hera. I promotori della petizione li rivorrebbero così?

878 visualizzazioni