Testimonianze e ricordi su don Ivo

Rassegna stampa locale del 27 marzo

Testimonianze e ricordi su don Ivo

Messaggi, interviste, testimonianze e ricordi

Nel giorno di Pasqua le cronache cittadine sono ancora dominate dall'eco della scomparsa di don Ivo Silingardi. La Gazzetta dedica un servizio di due pagine all'argomento, dando conto dei messaggi pervenuti dal sindaco Alberto Bellelli, dal Vescovo, dall'ex sindaco Enrico Campedelli, dai parlamentari Davide Baruffi, Manuela Ghizzoni ed Edoardo Patriarca. Altri pareri sono stati raccolti fra semplici cittadini, mentre un articolo ricorda l'intenzione di don Ivo di produrre documentari sulla Chiesa. Di spalla il quotidiano ricorda l'episodio del pamphlet "Donivolì Donivolà” scritto da Gianfranco Imbeni – oggi al Carpine ed esibito in foto dall'“amico” Beltrami – nei primi anni Ottanta, all'origine di una rottura con il sacerdote, sanata poi in anni recenti.

 

 

Testimonianze e ricordi compaiono anche sul Carlino: in particolare quelli di Cristian Rostovi, il cui padre ha lavorato a lungo al Nazareno, e di Sergio Zini, presidente della Cooperativa sociale Nazareno, che con don Ivo ha lavorato dal 1980.

 

 

Anche Prima Pagina ricostruisce la biografia del sacerdote e riporta rievocazioni, messaggi e ricordi, dando appuntamento per le esequie di domani, alle 14,30, a Villa Chierici, con cerimonia funebre alla sala della preghiera di Quartirolo, mentre la tumulazione avverrà il giorno dopo.

 

 

 

La Gazzetta riferisce in altra pagina, sempre dedicata a Carpi, del furto di rame e della protesta degli esercenti e titolari di negozi di corso Fanti che lamentano l'assenza di movida e di iniziative, a parte le notti binche, per riportare luce e movimento in quello che un tempo era il corso più elegante di carpi. Una lamenta che il centro di Carpi si staa riducendo a una sola via: corso Alberto Pio. Un altro sottolinea: corso Alberto Pio e la piazzetta rivivono perché non hanno il problema del traffico, dunque o si fa come in quel caso, cioè si chiude alla circolazione oppure la si liberalizza del tutto, ripristinando il doppio senso di marcia.

 

 

782 visualizzazioni