A Carpi e Campogalliano due interventi della Digos su manifestazioni dei Cobas

A Carpi e Campogalliano due interventi della Digos su manifestazioni dei Cobas

Ieri mattina, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Carpi è intervenuto presso lo stabilimento di macellazione carni  O.P.A.S  a Carpi, in quanto 8 lavoratori appartenenti alla sigla sindacale “Si –Cobas” stavano protestando a seguito dell’infortunio mortale occorso ad un operario nei giorni precedenti. La polizia, dopo aver proceduto all’identificazione dei manifestanti, li ha deferiti all’Autorità Giudiziaria, in quanto inottemperanti alle misure urgenti in materia di gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 contenute nel DPCM dell'8 marzo 2020.

Pggi, invece, personale della Digos della Questura di Modena è intervenuto presso la ditta “Emiliana Serbatoi” a Campogalliano in quanto un gruppo di manifestanti appartenenti ai Si-Cobas stava protestando contro la proprietà con il blocco dei mezzi in entrata e uscita dallo stabilimento. La polizia, dopo aver proceduto all’identificazione dei manifestanti, ha più volte intimato loro di cessare la protesta anche in osservanza delle norme legate all’emergenza COVID-19, senza però riuscirci. Da qui l’impiego di alcune squadre del Reparto Mobile di Bologna che, insieme alla Digos e alle Volanti, hanno accompagnato gli otto attivisti in Questura per gli accertamenti di rito. I manifestanti sono stati quindi deferiti all’Autorità giudiziaria per i reati di violenza privata e per inottemperanza al Dpcm 8 Marzo 2020, mentre il promotore della protesta anche per riunione non autorizzata.

609 visualizzazioni