In cronaca cittadina: prescritto il caso 'Bella Ciao', una App per le piste ciclabili, un attore carpigiano per 'Il signore delle formiche'

Giornata densa di notizie, quella odierna, per i quotidiani modenesi con pagine dedicate a Carpi. La Gazzetta esordisce nella sua prima pagina cittadina con la notizia della prescrizione dell'azione penale nei confronti di 26 giovani carpigiani che - cinque anni fa - furono denunciati per manifestazione non autorizzata e, successivamente assolti da questo reato, per "adunata sediziosa". Il caso "Bella Ciao", insomma, quello che vide contrapporsi il 4 agosto 2017 giovani di destra e giovani di sinistra davanti alla palazzina di via Carlo Marx in cui il Comune aveva deciso di ospitare dei migranti. Cinque anni per decidere nulla danno la misura del termine "Giustizia" - come viene declinato nel nostro Paese - di cui anche oggi, tempo permettendo, si dovrebbe filosoficamente discutere a Carpi, Modena e Sassuolo nell'ambito del relativo Festival.

Più leggera l'apertura del Resto del Carlino: gli studenti del Fanti hanno progettato una App che ripercorre tutte le piste ciclabili del territorio dell'Unione Terre d'Argine, con segnalati i luoghi di interesse storico, i punti di ricarica per le bici elettriche, parchi e luoghi di ristoro. Insomma una guida elettronica alla mobilità dolce che sempre più va di moda e può essere da volano per un tipo di turismo differente. "Un progetto di Fanti for Future per il risparmio energetico e la sostenibilità", assicura la dirigente scolastica Alda Barbi. Il Carlino completa la sua cronaca cittadina con la notizia della partecipazione dell'attore carpigiano Leonardo Losi nel film di Gianni Amelio, "Il signore delle formiche", recentemente presentato al Festival di Venezia. Chiude la pagina il box che registra l'avvenuta presentazione del catalogo delle opere presenti nel Museo diocesano "Rodolfo Pio di Savoia".

 

La seconda pagina della Gazzetta propone l'inquietante domanda: "Piscina e impianti sportivi sono a rischio chiusura?", che prende lo spunto da una interrogazione in Consiglio comunale presentata dalla Lega e riporta di spalla l'intervento in Parlamento dell'imprenditore carpigiano Riccardo Arletti che ha presentato alla Camera la sua start-up. La Gazzetta chiude a fondo pagina con l'annuncio del pensionamento del dottor Luciano Mazzoleni, volto noto del Ramazzini, responsabile della Medicina Riabilitativa di Carpi e Mirandola dopo trent'anni di onorato servizio.