Nonno Gennaro chiama i Carabinieri, mancano acqua e cibo in casa: loro prontamente si recano da lui

Gennaro è un nonnetto vedovo 93enne di Carpi che stamattina si è fatto coraggio e ha chiamato i Carabinieri. “Ho sete, ho fame, potete portarmi dell’acqua e qualche frutto?”, ha detto - un po’ imbarazzato - all’operatore del 112 che gli ha risposto. “Però non le mele, sono troppo dure e non riesco a masticarle”, ha aggiunto. E così, in men che non si dica, un paio di militari si sono recati al supermercato e hanno acquistato cibi e bevande, portandogliele a casa. La gioia di Gennaro è stata evidente, così come la voglia di stare un po’ compagnia. Gennaro, davanti a un caffè, ha raccontato ai militari dei tempi della guerra, di quando faceva l’operaio presso una multinazionale e di quanto fosse brava la moglie in cucina. Arriva il momento di salutarsi, non senza un velo di malinconia, sopita da una promessa: “tornate a trovarmi, vi aspetto”.