Da Diocesi e Fondazione nuovo centro a Sant’Antonio

Struttura ricettiva

Da Diocesi e Fondazione nuovo centro a Sant’Antonio

Si chiama Centro Pastorale Diocesano ed è stato intitolato alla figura ed all’opera dello scomparso Mario Gasparini Casari, medico e insegnante universitario già responsabile dell’Azione cattolica di Carpi, la nuova struttura inaugurata la settimana scorsa alle spalle della chiesa parrocchiale della frazione di Sant’Antonio in Mercadello di Novi. 

Con un finanziamento globale di 1,3 milioni di euro, in parte provenienti dai fondi per la ricostruzione, in parte dalla Conferenza episcopale italiane e in parte dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, la Diocesi di Carpi si è dotata di un centro ricettivo sorto sull’area dell’abbattuto ex asilo parrocchiale, composto da una sala riunioni capace di cento posti a sedere, una grande cucina attrezzata ed un refettorio che può ospitare sino a settanta commensali, una serie di stanze su due piani con una cinquantina di posti letto, atto a ricevere gruppi per giornate di studio e di preghiera. Quasi in contemporanea con l’inaugurazione del Centro pastorale, la Diocesi ha anche confermato la riapertura (a settembre) del Duomo di Mirandola e, il prossimo 5 maggio, la riapertura al pubblico del Museo diocesano “cardinale Rodolfo Pio”, nella chiesa di Sant’Ignazio di corso Fanti. 

Nel pomeriggio, all’inaugurazione ufficiale del rinnovato allestimento museale che ha luogo dopo un paziente restauro delle strutture murarie della chiesa, seriamente danneggiata dal sisma del 2012, sarà presente il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia- Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana. 

25 visualizzazioni