Una scommessa vinta puntando sul gelato

I dieci anni di Gelateria Cortina di Gino Chiodo

Una scommessa vinta puntando sul gelato

Un gelato lungo dieci anni, una vera e propria montagna di gelato: è quanto prodotto dalla Gelateria Cortina di via Maiella (angolo via Ugo da Carpi) in questi suoi primi dieci anni di attività, festeggiati manco a dirlo, a colpi di gelato, ufficialmente giovedì scorso 4 aprile. «Il 4 aprile del 2009 – assicura infatti il titolare della gelateria, Gino Chiodo – ho aperto i battenti del mio esercizio commerciale a Carpi. Una vera e propria scommessa per me, che vengo da Poggiorusco e che ho appreso il mestiere in pochi mesi, dopo due anni di Vigile del Fuoco volontario, veramente una storia del tutto nuova nella mia vita». 

Chiodo, classe 1973, un diploma di perito elettronico alle spalle e, come si diceva, un paio di anni di attività come Vigile del Fuoco (ma ha anche condotto le ambulanze con il volontariato), ha imparato il mestiere in gelateria come dipendente e poi ha scommesso su sé stesso: occorre dire che la scommessa l’ha vinta. «Dopo i primi due o tre anni di rodaggio – racconta – la gelateria è decollata e oggi sono veramente soddisfatto. Normalmente siamo in tre, io e due collaboratrici, ma d’estate siamo anche in sei in negozio e arriviamo a novembre (quando chiudiamo per ferie per un mese) veramente esauriti». Chiodo non lo dice ma il gelato della sua gelateria è fra i più apprezzati in città e la clientela fa la fila. «Abbiamo a disposizione 42 gusti di gelato, tutti prodotti da noi artigianalmente, venti senza glutine (nei cui confronti abbiamo una particolare attenzione) e dieci senza lattosio». 

Bandito il famoso “gusto Puffo”, perché è impossibile produrlo senza un colorante artificiale, i punti di forza della Gelateria Cortina sono la nocciola, le creme e i gusti di frutta. Chiodo, poi, che si è da poco trasferito a Carpi dalla natia Poggiorusco, è anche l’artefice delle torte gelato e dei mille accattivanti prodotti che ogni giorno lui e le sue due commesse allineano nelle vetrine-frigo. Ultima della serie, la confezione- gelato monodose conservata in barattolo di vetro con chiusura ermetica, tipo quelli delle conserve, da riutilizzare dopo la consumazione.

3019 visualizzazioni