Premio Rotary ai disegni contro lo spreco alimentare

Fra 1.300 alunni

Premio Rotary ai disegni contro lo spreco alimentare

Il Rotary Club Carpi ha coinvolto nel suo Progetto “Spreco Alimentare, se lo conosci lo eviti”, diciannove scuole dei sette istituti comprensivi di Carpi, Soliera e Novi: ben cinquantasette classi tra Quarte e Quinte elementari e Prima media per un numero di circa 1.300 alunni. Sabato 4 maggio, nell’antico palazzo della Pieve di piazzale Re Astolfo è stata allestita una mostra dei lavori degli studenti partecipanti all’iniziativa che rappresenta la conclusione di un percorso di approfondimento effettuato dalle singole classi, coordinate dai rispettivi insegnanti, da settembre 2018 a febbraio di quest’anno. 

Agli studenti era stato consegnato del materiale informativo e un diario per monitorare i consumi di alimenti nella loro vita quotidiana. In piazzale Re Astolfo invece si è tenuta la premiazione delle classi. Alla pre- senza dell’assessore al’ambiente del Comune di Carpi, Simone Tosi e del presidente del Rotary Club Carpi Andrea Decaroli. “Il Rotary – ha ricordato Decaroli – annovera tra le proprie linee di azione, anche progetti tesi a salvaguardare e proteggere l’ambiente. Il concetto di spreco fa riferimento a un utilizzo non corretto o a un mancato utilizzo di un bene. Dal punto si vista della sostenibilità questo significa un doppio spreco di risorse: risorse per produrre e poi risorse per smaltire il bene stesso non utilizzato. Non sprecare rappresenta ai giorni nostri un gesto forte ed estremamente necessario, e la lotta allo spreco risponde a una necessità di una crescita economica e sociale sana ed equilibrata. 

"Ringrazio gli studenti e gli insegnanti perché hanno saputo trasmettere una lezione importante che è quella di gestire i nostri comportamenti allo scopo di vivere senza alterare del tutto gli equilibri naturali, mirando al soddisfacimento delle esigenze presenti senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie”.   

131 visualizzazioni