A completamento di un iter 'partecipativo' avviato nel febbraio dello scorso anno

Il Consiglio Comunale di Novi ha approvato lo Statuto della futura Comunità Energetica

E' stato formalizzato, con il voto unanime del Consiglio Comunale di Novi, il percorso che condurrà il Comune di Novi ad essere uno dei primi Comuni della Regione Emilia Romagna a promuovere una Comunità Energetica Rinnovabile. "Dopo un intenso lavoro svolto dall’Amministrazione nel corso del 2023, supportato da due bandi regionali e da un percorso partecipativo - dicono in Municipio a Novi -, è stato approvato in Consiglio Comunale all’unanimità lo statuto associativo che guiderà la nascita e il futuro della nostra Comunità Energetica Rinnovabile". Si tratta di una iniziativa tra produttori di energia da fonti rinnovabili  e consumatori finali che, producendo e consumando a chilometro zero l'energia, offre una nuova opportunità di risparmio energetico e di tutela dell'ambiente. Il percorso era iniziato a Novi nel mese di febbraio dello scorso anno e si è avvalso di due finanziamenti specifici regionali.

"Servirà ancora un breve periodo - avverte l'Amministrazione Comunale di Novi -, in cui il gruppo che ha ottenuto il finanziamento completerà gli adempimenti tecnici e burocratici, poi nel nostro Comune tutti potranno aderire alla nuova associazione: cittadini, associazioni, imprese, artigiani, parrocchie, ecc... Il miglioramento dell’efficienza energetica, la riduzione delle emissioni in ambiente attraverso l’utilizzo accorto e razionale delle risorse naturali, la produzione, l’accumulo e la condivisione di energia da fonti rinnovabili, sono gli obiettivi della costituzione della Comunità Energetica Rinnovabile, al fine di promuovere, senza scopo di lucro, la cultura della tutela ambientale".