Emozione e anche commozione al passaggio di consegne tra Bellelli e Righi

''Voglio essere il sindaco di tutti, oggi parte un’avventura straordinaria''

Emozione, anche commozione con qualche lacrima, nella cerimonia ufficiale di nomina di Riccardo Righi a sindaco di Carpi. Nella sala del Consiglio Comunale di Palazzo Scacchetti c’era ad attendere il nuovo primo cittadino buona parte del mondo politico che ha sostenuto la candidatura dell’architetto (oltre al prossimo consigliere di Forza Italia Michele De Rosa, protagonista di un elegante gesto di fair play politico). Righi ha ricevuto il testimone ideale dal suo predecessore Alberto Bellelli, che in un abbraccio colmo di emozioni gli ha consegnato la fascia tricolore con lo stemma della Città dei Pio: «Passo questa fascia ad una persona che so che saprà rappresentare il sentimento di amore nei confronti di una città e una comunità che se sta unita può fare tutto», ha detto Bellelli consegnando la fascia al suo ex assessore.

(segue)

 

 

(segue)

 

Con la voce più volta rotta dall'emozione ("non mi capita spesso, mi scuserete"), il nuovo Sindaco di Carpi ha esordito: «Sono molto emozionato, grazie ad Alberto, è stato un onore passare questi cinque anni insieme a te, non è stato sempre semplicissimo ma sono stati anni bellissimi, in cui sono cresciuto molto e questo lo devo a tutta la città, alle persone che mi sono state a fianco a partire dalla Marti (la compagna in dolce attesa, ndc). E’ un onore per me ricevere da Alberto questa fascia davanti a tutti voi che mi avete sostenuto, non è un percorso facile quello che abbiamo intrapreso – prosegue Righi –. Abbiamo raggiunto un risultato meraviglioso, che dimostra che la politica può tornare ad essere vicina alle persone. Voglio essere il sindaco di tutti, a prescindere da qualsiasi idea politica e non soltanto per chi ci ha dato fiducia in queste elezioni ma anche per chi non ce l’ha data e per chi si è astenuto. I colori di questa fascia sono quelli dell’Italia con lo stemma di Carpi, un simbolo che mi è molto caro perchè questa città l’ho scelta soprattutto per amore. Grazie a tutti, oggi parte un’avventura straordinaria», ha concluso il nuovo primo cittadino. Già al lavoro per la composizione della sua giunta, che sarà chiamata a governare Carpi per cinque anni di nuove sfide.