I commenti sulle elezioni monopolizzano oggi le pagine carpigiane dei quotidiani locali

Sono i commenti, le valutazioni e le dichiarazioni degli esponenti di tutti i partiti a monopolizzare le cronache locali dei quotidiani modenesi e anche l'impaginazione ne risente: la cronaca carpigiana del Carlino si riduce alla notizia della fila di candidati a un posto di lavoro presso l'Interspar e ad uno stelloncino che sottolinea il numero record di abbonamenti incassati dal Teatro comunale in vista del prossimo cartellone, mentre la Gazzetta, per altro al fondo di una pagina in coabitazione con Sassuolo, rende conto del programma (ancora in corso) di CarpinScienza, settima edizione della kermesse scientifico-culturale, promossa dai quattro istituti superiori di Carpi che vede la partecipazione di importanti protagonisti del mondo scientifico.

Ma, naturalmente, si parla di Carpi in tante altre pagine dei quotidiani di oggi che pongono sotto la lente i risultati delle elezioni politiche di domenica le quali, in molti casi, hanno portato a sorprendenti risultati. La Gazzetta dedica a Carpi due pagine titolando "Carpi rimane una roccaforte del Pd" e ripotando i commenti del sindaco Alberto Bellelli e dei principali attori dell'opposizione locale: Giulio Bonzanini della Lega, Annalisa Arletti e Federica Boccaletti di Fratelli d'Italia. Non manca un pezzo a fondo pagina con i risultati di Soliera, la città del sindaco Roberto Solomita che è anche segretario provinciale del Pd. Soliera si conferma il Comune più dem in provincia mentre a Campogalliano, paese natio del governatore Stefano Bonaccini, buono – secondo la Gazzetta - il risultato dei centristi che arrivano a superare il 10 per cento.

 

Sempre nelle pagine delle elezioni, il Carlino considera Carpi "baluardo del Pd", e riporta le dichiarazioni del rieletto Andrea De Maria che ribadisce gli impegni presi in campagna elettorale: "Priorità a ospedale e sicurezza". Ampia intervista poi al segretario Pd Solomita sull'andamento del voto in provincia. Il segretario dem difende il risultato del suo partito ("I candidati non c'entrano") e sulle amministrative del 2024 conta di recuperare: "Non sono la stessa cosa le amministrative con le politiche".