''Il caos delle piattaforme digitali: un attentato alla libertà di stampa''

Articolo 21 della Costituzione Italiana “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”. Ma la Giornata mondiale della libertà di stampa 2021 che si terrà il prossimo 3 maggio ci darà la certezza di avere ancora questa libertà? Ruggero Po, noto giornalista radiofonico carpigiano, non ha dubbi nell’affermare che «...al momento, nessuno ci impedisce di scrivere le cose anzi c’è fin troppa libertà nel senso che c’è chi può scrivere delle cose che non sono verificate e spesso non sono vere; questo però non succede nelle testate giornalistiche registrate ed a me non è ancora capitato di vedere delle bufale. Però se chiunque può scrivere sulle piattaforme digitali, se chiunque può scrivere quello che vuole e tranne qualche caso, nessuno lo ferma, questa non è libertà di stampa, ma è libertà di parola che intossica quella che è la vera informazione». Si apre così un interessante dibattito con un professionista che iniziò la sua attività appena diciassettenne a Radio Capodistria con la popolarissima "Canzoni in Transito". In seguito, nel decennio 1978-1988, lascia ricordi indelebili a tutti i Carpigiani trasmettendo, con l’emittente Radio Bruno, i suoi programmi "Carta Bianca", “Tutto Subito”, “W l’Italia”. Trasferitosi poi a Roma, lavora per venticinque anni a Radio Rai con la conduzione di "Radio Anch'Io" e "Zapping". Oggi conduce "Alta Sostenibilità" a Radio Radicale e "Ristretto Italiano", il podcast quotidiano su ciò che i giornali stranieri dicono di noi, reperibile ogni mattina alle 8,10 su Spotify.

 

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€

Accesso completo al sito, più la
versione digitale mensile

Un mese dell’universo digitale di VOCE al prezzo di 5 euro: comprende la ricezione della newsletter quotidiana VOCE Città con tutte le notizie del giorno, del settimanale VOCE in pdf ogni venerdì e l'accesso a tutti i contenuti di voce.it riservati agli abbonati tra cui articoli (anche dall’archivio), interviste, rubriche e i VOCE Podcast. (non comprende la lettura di VOCE Mese) Costo Mensile 5€