Presentata la nuova Giunta: una squadra forgiata dal Sindaco, non giovanissima, ma competente e affidabile

«Presento oggi, con soddisfazione e fiducia, questa squadra di governo, che riunisce capacità, intelligenze ed esperienze diverse e allo stesso tempo, tutte fondamentali per affrontare al meglio il percorso che abbiamo davanti. Donne e uomini, con competenze e visione in grado di rappresentare tutta la nostra comunità, che hanno accolto questa esperienza con entusiasmo e passione. Per questo li ringrazio sin d’ora per essersi messi a disposizione della città». Spazio sul banco della Giunta ai nuovi assessori, stile del tutto informale con lui in piedi, a presentarli uno a uno passeggiando su e giù, il sindaco Riccardo Righi ha introdotto così l'incontro di questo pomeriggio che è servito far conoscere in anteprima alla stampa l'esecutivo di palazzo Scacchetti la cui presentazione ufficiale avverrà insieme all'insediamento del Consiglio comunale fissato per giovedì 27 giugno, alle 19, nel cortile d'onore di palazzo Pio (in Sala delle Vedute in caso di maltempo). Ha ribadito, poi, Righi, che «...chiavi per la nostra azione saranno la partecipazione e il rapporto diretto con la cittadinanza che, insieme all’indispensabile lavoro di squadra in cui credo fortemente, saranno gli ingredienti per portare avanti i progetti del nostro programma di governo e allargare il dialogo costruttivo con la città».

Che squadra sia, è presto detto: forgiata da Righi con le sue mani e, per questo, all'origine di non poche tensioni fra qualche aspirante assessore del Pd. Non nel partito in quanto tale che, con molta misura e saggezza ha accondisceso a scelte del neo sindaco, come quelle di Giuliano Albarani e Paola Poletti, perfettamente coincidenti con le proprie aspettative, corroborate dalle conferme di Mariella Lugli e Paolo Malvezzi volute sempre da Righi al pari di Tamara Calzolari: la prima per l'affidabilità nei conti e la grande capacità di lavoro, il secondo per dare continuità alla mole di progetti finanziati dal Pnrr e da attuare entro il 2026 e Calzolari per l'esperienza maturata su un fronte complesso e delicato come i Servizi sociali. Degli ultimi due, Alessandro Di Loreto e Serena Pedrazzoli basti dire che sono stati, uno fra i militanti più attivi di Carpi a Colori e l'altra candidata sempre per Carpi a Colori, la lista del sindaco. Se non dunque al prezzo di qualche risentimento personale per effetto di esclusioni illustri, la squadra, magari non proprio riflettenti le attese di ringiovanimento, è fatta e il suo timoniere dovrà ora solo auspicare che il gruppo consiliare che lo sorregge mostri altrettanta compattezza. Ecco comunque l'elenco completo dei nuovi amministratori, con le rispettive deleghe e curriculum.

 

Riccardo Righi – Sindaco – trattiene per sé le deleghe a Comunicazione, Partecipazione, Università e ricerca, Sviluppo economico e imprese
34 anni, laureato con lode in Architettura. Ha fondato l’Urban Center a Carpi per promuovere il dibattito e la partecipazione. Assessore ad Urbanistica, Edilizia Privata, Ricostruzione, Ambiente, Smart City del Comune di Carpi dal 2019 al 2024, ha contribuito tra l'altro alla realizzazione della nuova sede universitaria, ed all’apertura di due parchi cittadini. Alle elezioni dell’8 e 9 giugno 2024 è risultato eletto Sindaco al primo turno, con oltre il 58% dei consensi.

Mariella Lugli – Vicesindaco ed Assessora a Bilancio, Affari istituzionali, Servizi al cittadino (demografici, elettorale, statistica), Relazioni con le società partecipate, Sport, Personale
64 anni, laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutica. Ha lavorato dapprima in un’azienda privata con mansioni di analisi chimica dei prodotti alimentari, e poi come farmacista e successivamente come direttrice di farmacia, in realtà private e pubbliche nel reggiano e nel modenese. In precedenza, è stata Consigliere comunale di Carpi, e successivamente Assessora a Bilancio, Affari Generali, Servizi Demografici, Sicurezza, Protezione Civile, Partecipazione, Personale, Onoranze funebri nello scorso mandato amministrativo.

Giuliano Albarani – Assessore a Scuola e politiche educative per l’infanzia e l’adolescenza, Formazione professionale, Cultura e interculturalità, Rete civica del patrimonio culturale, Memoria e Pace
53 anni, laureato in Filosofia e dottore di ricerca in Scienze del linguaggio e della cultura. Dopo aver insegnato al Liceo Fanti, dal 2008 è docente di materie storico-letterarie presso l’Istituto Meucci di Carpi. In ambito universitario si è occupato di didattica della storia, di storia del pensiero filosofico-politico dell’Ottocento e di storia del Novecento. Insegna Storia delle migrazioni presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. È stato Presidente dell’Istituto storico di Modena dal 2007 al 2018, e Presidente della Fondazione Collegio San Carlo dal 2017 al 2024. Co-fondatore del Memoria Festival di Mirandola, ha presieduto il consorzio promotore della manifestazione dal 2016 al 2022.

Tamara Calzolari – Assessora ad Integrazione socio-sanitaria e salute, Disabilità e fragilità, Associazionismo e terzo settore, Casa e politiche dell’abitare, Accoglienza, Diritti e pari opportunità, Lavoro
52 anni, laureata in scienze politiche. Dopo una lunga esperienza nel sindacato con diverse deleghe tra cui il Welfare, ha ricoperto nella scorsa giunta carico di Assessore alle Politiche sociali e sanitarie, Abitative, Integrazione e Pari opportunità.

Alessandro Di Loreto – Assessore ad Urbanistica e rigenerazione urbana, Edilizia privata, Nuove mobilità e trasporto pubblico, Smart City e innovazione digitale
67 anni, laureato in Architettura ed urbanistica. Dopo aver ricoperto ruoli di responsabilità e dirigenziali in diversi enti locali nel reggiano e nel modenese, è stato dirigente e poi direttore generale dell’Agenzia per la Mobilità di Modena. In precedenza è stato anche Assessore alla Mobilità, Qualità Urbana e Verde Pubblico del Comune di Correggio (RE).

Paolo Malvezzi – Assessore a Lavori Pubblici e patrimonio, Infrastrutture, Manutenzione e cura della città, Progetti PNRR, Protezione civile
65 anni, geometra. Ha lavorato per molti anni con diverse responsabilità presso il Comune di Novi di Modena, e successivamente presso il Comune di Carpi, occupandosi in particolare della manutenzione di infrastrutture, edifici e della protezione civile. In precedenza, è stato Consigliere comunale e poi Assessore ai Lavori Pubblici a Carpi, ruolo che ha ricoperto anche nell’ultimo anno dello scorso mandato amministrativo, occupandosi inoltre di Patrimonio, Patrimonio storico artistico, Frazioni, Viabilità, Mobilità, Servizi pubblici energetici.

Serena Pedrazzoli – Assessora a Sostenibilità e transizione energetica, Ambiente e tutela animale, Patrimonio verde, Politiche per i giovani e osservatorio sul benessere giovanile, Relazioni internazionali e Progetto Europa
34 anni, laureata magistrale in chimica analitica. Ha lavorato dapprima in una grande azienda leader nello sviluppo di macchine automatiche per l'industria farmaceutica, ed in seguito presso un’azienda produttrice di sistemi poliuretanici, occupandosi tra l’altro di schedulazione, qualità del prodotto e sistema di gestione della qualità. Da alcuni anni è impegnata nel mondo del volontariato a favore dell’ambiente a livello locale.

Paola Poletti – Assessora a Commercio ed economia di vicinato, Promozione della città, Coesione territoriale e frazioni, Eventi e turismo, Sicurezza urbana integrata
63 anni, diplomata come ragioniere e perito commerciale. Dapprima impiegata presso un istituto bancario, è poi divenuta socia di un esercizio commerciale al dettaglio. Attiva nelle associazioni imprenditoriali e di categoria, è stata componente del consiglio di Indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi.