Rassegna stampa locale del 27 aprile 2016

Rifiuti in centro: offensiva di alcuni commercianti

Troppi bidoni per l'organico, dicono, meglio i cassonetti. Altre notizie: le onoranze funebri comunali fatturano meno e il caso dell'igienista senza diploma

Piccole isole ecologiche di quartiere in centro storico, dove siano accorpati tutti i contenitori, dall’indifferenziato alla plastica, dal vetro alla carta: è quanto chiedono i commercianti alleati in una petizione promossa dai titolari di Forno Sacchi, Cartoleria il Fiocco, Calze di Monica e Interno Divino. E per l’organico, cassonetti al posto dei troppi contenitori sparsi per il centro che generano odore specie con il caldo, attirano topi e non sono un bel vedere nel salotto della città. La notizia, già circolata nei giorni scorsi, è rilanciata oggi in apertura dalla Gazzetta. Il Comune e Aimag, che hanno incontrato più volte i promotori della petizione, ssotenuta anche da diversi social, per ora non replicano.

 

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più l'
abbonamento digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere la newsletter quotidiana VoceCittà con le notizie del giorno, Voce settimanale digitale e Voce mensile digitale di approfondimento, direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 29€
Abbonati