Sui giornali. Righi mobilita i dip locali, Morelli (''Noi non ascoltati per la Giunta'') divide il centro sinistra. Premi alle eccellenze del commercio

Due personalità politiche spiccano oggi nel panorama dell'informazione cittadina: il neo sindaco Riccardo Righi e l'inquieto alleato Simone Morelli. Di Righi la Gazzetta riporta, in seconda apertura, la lettera spedita a tutti i dipendenti comunali alla vigilia della presentazione della Giunta, imperniata sulla necessità della coesione, di un forte senso di appartenenza unitario e del sentirsi tutti parte della stessa missione di fare crescere e bene la città. Molti afferma di averli conosciuti altri ancora no, ma si ripromette nei prossimi giorni di far loro visita, nella convinzione di poter fare affidamento al loro impegno, alla loro competenza e professionalità. In altri termini. è allo spirito di squadra che fa appello Righi, che dimostra così di tenere nella dovuta considerazione la macchina comunale che, come in ogni azienda che si rispetti, ha bisogno di trovare ogni giorno motivazioni per il proprio lavoro. segue

Era entrato già polemico nella coalizione di centro sinistra, Simone Morelli coordinatore di Azione: e ora sembra uscirne ancora più polemico, stando almeno alle dichiarazioni riportate oggi in apertura dal Carlino. Dice in sostanza che la composizione della nuova Giunta lui l'ha appresa dai giornali e che dunque non è stato coinvolto, non tanto lui, ma quella che definisce la componente liberale-democratica-riformista e centrista rappresentata da Azione. Dov'è finito il campo largo (che peraltro a Carpi non c'è mai stato, mancando all'appello i 5Stelle, ndr)? si chiede. E ricorda di aver conseguito il 2,5 per cento, ovvero 800 voti verso i quali sarebbe stato necessario portare più rispetto, considerando che "questa maggioranza necessita della visione che noi portiamo”.

 

 

Di eccellenze del commercio, ricorda in apertura la Gazzetta, nella provincia di Modena Confcommercio ne ha trovate e premiate sei, accomunate da lunghe storie famigliari, dietro attività gestite con passione e dedizione, tramandate da una generazione all'altra. Tre di queste sono di Carpi: i Papotti della rinomata macelleria, i Gilioli dell'omonimo multistore e i Solieri di Sir Andrew's per la moda uomo. Rappresentano una bella percentuale e un motivo d'orgoglio per la città, tant'è che a premiarli a Modena sono andati sia l'assessore uscente al Commercio, Stefania Gasparini, che il neo eletto Sindaco di Carpi Riccardo Righi. Ne abbiamo parlato qui.