Grande prova d'attrice per la carpigiana Betti Pedrazzi nel film di Sorrentino in gara a Venezia

Nel film di Paolo Sorrentino “E' la mano di Dio”, che uscirà nelle sale il 24 novembre, presentato giovedì e in concorso al Festival di Venezia, interpreta la parte della baronessa Focale, quella che ha promesso al papà, interpretato da Toni Servillo, del giovane protagonista di aiutarlo ad affrontare l'esperienza del sesso. “E' una bella signora in età (Betti Pedrazzi) – ha scritto Natalia Aspesi citandola nella propria recensione per la Repubblica – una nobildonna dai capelli grigi, piena di collane, molto gentile: si stende sul letto, si solleva un po' la gonna, invita il ragazzo di cui pare di sentire il batticuore a mettersi al suo fianco. Non è una divoratrice di fanciulli – scrive ancora Aspesi – non è Colette col suo figliastro Bertrand, è piuttosto una dama di carità che si offre per il bene dei bisognosi, restando signorilmente immobile e rifiutando i baci”. Come ben sanno i lettori di Voce – era in copertina del primo numero del mensile cartaceo – Betti Pedrazzi è carpigiana purosangue e molto legata alla città, nonostante risieda da anni a Roma. Nipote del compositore Carlo Rustichelli autore delle colonne sonore di un centinaio di pellicole (“Ricordo che a casa nostra, a Carpi, venivano Mario Monicelli, Pietro Germi, Franco Nero, che non disdegnavano lasagne e cappelletti”) è stata capace, con studio, impegno, fatica e frequentando a Roma l'Accademia di Arte drammatica Silvio D'Amico, di trasferire la naturale predisposizione alla recitazione nel mestiere di attrice, prima di teatro e poi di cinema e televisione (continua a leggere).

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€

Accesso completo al sito, più la
versione digitale mensile

Un mese dell’universo digitale di VOCE al prezzo di 5 euro: comprende la ricezione della newsletter quotidiana VOCE Città con tutte le notizie del giorno, del settimanale VOCE in pdf ogni venerdì e l'accesso a tutti i contenuti di voce.it riservati agli abbonati tra cui articoli (anche dall’archivio), interviste, rubriche e i VOCE Podcast. (non comprende la lettura di VOCE Mese) Costo Mensile 5€