Parlare bene per comunicare meglio: vale per bimbi e adulti

Parlare bene per comunicare meglio: vale per bimbi e adulti

Bambini e adulti a scuola di comunicazione: alla scuola d’Infanzia “Aida e Umberto Bassi” di Budrione è arrivato il progetto “Parole ben dette”, un laboratorio che coinvolge trasversalmente tutti gli attori della scuola (alunni, insegnanti e genitori) per promuovere una comunicazione corretta, positiva e rispettosa. Il progetto, di durata biennale 20182020, comprende workshop teatrali per una sessantina di bambini, divisi in 4 gruppi, a cura dell’attrice Elisa Lolli, oltre a incontri di sostegno alla genitorialità, riunioni di équipe di insegnanti e consulenze specifiche da parte della psicologa clinica Grazia Gamberini, della psicologa dell’età evolutiva Alessandra Guerrini, della psicomotricista Alessandra Boni e di una logopedista.

«È un progetto importante e completo che pone la relazione al centro della comunicazione – spiega Guerrini –. Attraverso i laboratori teatrali i bambini  possono sperimentare cosa significa usare parole “gentili”, che ci fanno stare bene, che ci proteggono, capiscono come la comunicazione ci venga in soccorso per esprimere le emozioni e chiedere aiuto. La lingua è infatti uno strumento con il quale giocare e esprimersi, raccontare, dialogare, pensare logicamente, approfondire le conoscenze, chiedere e dare spiegazioni, sviluppare e condividere un senso d’appartenenza e cittadinanza unitaria e plurale. Con le insegnanti e i genitori invece – prosegue Guerrini – è importante lavorare su cosa non funziona nella comunicazione, come dire le cose e come non dirle per mettere in campo una comunicazione efficace, facendo anche esempi pratici».

Il progetto è già stato avviato con la parte relativa ai bambini e agli insegnanti, mentre nei prossimi mesi verranno promosse serate a favore dei genitori. Al termine del percorso è previsto un momento di condivisione con tutti i partecipanti.

279 visualizzazioni