Celebrata a Soliera la Giornata della Solidarietà

Celebrata a Soliera la Giornata della Solidarietà

Terza edizione della Giornata della Solidarietà. Oltre 200 persone tra familiari e volontarisi sono date appuntamento ieri a Soliera insieme a numerose autorità in rappresentanza delle Istituzioni di cui la Fondazione Progetto per la Vita è partner per vari progetti. Un attestato di attenzione e di riconoscimento di ciò che rappresenta per il sistema del welfare della Regione la rete delle associazioni e delle cooperative sociali è venuto dal presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini che con il suo intervento ha dato il via all’evento. La Giornata della Solidarietà si inserisce nelle iniziative che a livello locale e nazionale intendono valorizzare la Giornata del Dono, istituita nel 2015, proprio per mettere in evidenza quanto sia importante per una società la dimensione della gratuità a tutti livelli, dalla politica all’imprenditoria, per non relegarla nella sola dimensione del volontariato. E’ quanto hanno affermato Edoardo Patriarca, già presidente dell’Istituto Italiano della donazione (IID), insieme a Nicola Marino, presidente della Fondazione Casa del Volontariato di Carpi e consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio.

 

Il presidente della Fondazione Progetto per la Vita, Sergio Saltini, ha poi illustrato i progetti di autonomia e vita indipendente promossi in sinergia con le Istituzioni in particolare con i Servizi Sociali dell’Unione Terre d’Argine rappresentati dal presidente e sindaco di Soliera Roberto Solomita, dal referente per le politiche Sociali e sindaco di Carpi Alberto Bellelli, con gli assessori Tamara Calzolari (Carpi) e Cristina Zambelli (Soliera) e il dirigente William Sgarbi, poi l’Asp con il suo presidente Cristiano Terenziani, insieme all’Azienda Usl di Modena. 

 

 

Nel corso della manifestazione sono stati consegnati i riconoscimenti alle scuole superiori di Carpi per i progetti dedicati agli alunni con disabilità. Una menzione speciale con contributo di 400 euro è andata al progetto dell’Ipsia Vallauri, per gli altri progetti la borsa di studio prevede un contributo di 200 euro. Un ringraziamento è stato rivolto ai docenti dell’Itis Da Vinci e dell’Irc Meucci per essere intervenuti a raccontare il loro impegno. Sempre nell’ambito delle iniziative con le scuole il presidente di Adifa, Luigi Lamma, ha illustrato le donazioni effettuate dall’associazione a favore di alcune scuole (Verdi, Fassi e Focherini per un ammontare di circa 5 mila euro) per dotare le aule di sostegno di angoli e pareti morbide per accogliere gli alunni con disabilità che necessitano di ambienti più confortevoli. A testimoniare nei fatti la possibilità di una positiva inclusione delle persone con disabilità sono intervenuti per il servizio ai tavoli i ragazzi dell’associazione Magicamente Liberi di Savignano sul Panaro, che durante l’estate gestiscono un chiosco in un parco cittadino, insieme ai giovani scout del gruppo di Limidi.

 

140 visualizzazioni