Approvato il progetto per la palestra Gallesi: Mondial già al lavoro per la riapertura a settembre

Arriva sul rush finale di legislatura una bella notizia per lo sport carpigiano. L’ultimo atto della Giunta Bellelli ha infatti dato il via libera al progetto per il ripristino della palestra Gallesi sottoposto dalla Mondial Quartirolo e firmato dal geometra Stefano Gombia dello studio Spazio Libera Progettazione. Un’opera attesa da oltre un anno e mezzo e che restituirà alla città una palestra centrale non solo per le attività pallavolistiche della società di via Ugo da Carpi - che si è accollata gli oneri finanziari e tecnici dei lavori in cambio di un affidamento di gestione decennale dell’impianto - ma anche per quelle scolastiche di alcuni istituti cittadini. 

(segue)

 

L’obiettivo della Mondial è infatti quello di terminare i lavori per poter riaprire i battenti della palestea a settembre, quando con l’inizio del nuovo anno scolastico la città avrà una grande fame di spazi palestra stante la chiusura del Meucci. 

Con l’approvazione definitiva del progetto da parte del Comune, la palla è dunque ora in mano alla Mondial, che ha già iniziato i lavori almeno a livello di predisposizione e sgombero dei locali. I prossimi passi riguarderanno la messa in sicurezza dell’immobile e l’adeguamento alla normativa antincendio. Poi verrà sostituita la caldaia, mentre esternamente l’idea della Mondial è quella di approffittare delle opere di bonifica per tinteggiare l’immobile di biancoblu.

(segue)

Da schema finanziario approvato in fase di progetto, la prima tranche dei lavori consterà di 93 mila euro di lavori, tutti a carico della società sportiva. Che ovviamente ha già un piano finanziario di rientro dei costi ma che è ancora aperta a sponsorizzazioni, partnership ed è al lavoro anche su un’operazione di crowd funding. Per restituire a Carpi una palestra che rappresenta un pezzo di storia dello sport cittadino.