I baby rilanciano il Carpi

I gol di Giovannini e Marcellusi stendono il Cesena

I baby rilanciano il Carpi

Gara giocata in notturna dopo il rinvio per i 4 positivi tra i romagnoli

Il Carpi dei baby torna a ruggire e batte il Cesena grazie a due gol di un 2001 e un ’99. Giovannini in apertura e Marcellusi in chiusura cancellano la debacle di Salò col Sud Tirol e tengono blindato il Cabassi, dove in campionato sono arrivate tre vittorie e un pareggio.

La gara col Cesena, prevista per le 15, inizia alle 20,45 a causa della scoperta di quattro positivi al Covid tra i ranghi romagnoli: i tamponi rapidi effettuati nel pomeriggio hanno dato esito negativo per gli altri componenti del Cesena e così la gara si è potuta giocare in serata con la sola esclusione dei casi emersi in mattinata.

Nel 3-4-1-2 Pochesci conferma Gozzi che trasloca al centro dei tre di difesa con Venturi - finora regista arretrato - che slitta sul centro-destra. E i biancorossi sono subito aggressivi e padroni del campo con Bayeye, un colpo di testa centrale di Maurizi su corner e una sventola di Biasci respinta con i pugni dal portiere cesenate Nardi. Guardiano ospite ancora decisivo dopo 12’ su una punizione di Biasci all’angolino, e allora al 20’ è una zolla del Cabassi a beffarlo clamorosamente: il tiro cross di Giovannini è innocuo, Nardi si inginocchia per raccoglierlo ma il pallone non rimbalza, si schiaccia a terra e gli passa tra le gambe. Ai tempi della Gialappas Band sarebbe stato un gollonzo da “vai col liscio”.

La risposta del Cesena arriva subito con una rasoiata dai 25 metri di Ardizzone sul fondo e una maggior presenza nella metàcampo biancorossa e così Pochesci risistema la sua difesa riportando Venturi al centro del terzetto con Gozzi a destra e Sabotic a sinistra, il Cesena lamenta un mancato rigore per un tocco di mano sospetto (nella stessa azione c’era però un altrettanto probabile fallo su Sabotic) ma il Carpi tiene.

Nella ripresa, si ripete la trama del primo tempo: Carpi autoritario e al 7’ Nardi si riscatta su Giovannini cavandogli dall’angolino un diagonale millimetrico. Biasci continua la sua marcia di avvicinamento al gol su azione prima con un destro a giro fuori di poco poi con un altro tentativo che dopo una deviazione finisce sul palo pieno a portiere battuto. Pochesci passa al 3-5-2 con Varoli e Bellini per Gozzi e Maurizi, il Cesena non cambia passo e così nel finale arriva anche il raddoppio con un bel gol in contropiede del giovane Nicolò Marcellusi, figlio del vicepresidente Federico. E per una notte il Carpi torna secondo in classifica.

CARPI-CESENA 2-0

Reti: 20’ Giovannini, 40’st Marcellusi

CARPI (3-4-1-2): Rossini 6, Sabotic 7, Gozzi 6.5 (16’st Varoli 6.5), Venturi 7; Bayeye 6, Fofana 6, Ghion 6.5 (35’st Marcellusi 7), Martorelli 6.5 (22’st Lomolino 6.5); Maurizi 6 (16’st Bellini 6.5); Giovannini 7, Biasci 6.5. 

A disposizione: Pozzi, Danovaro, Varga, Ferri, Carletti, Ferretti, Offidani, Rizdal.

Allenatore: Pochesci

CESENA (4-3-3): Nardi, Ciofi (30’st Munari), Ricci, Gonnelli, Favale (10’st Aurelio); Collocolo (25’st Steffè), Petermann, Ardizzone; Koffi (10’st Nanni), Bortolussi, Russini (30’st Capanni).

A disposizione: Bizzini, Maddaloni, Sala, Campagna.

Allenatore: Viali

Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino

Note: ammoniti Favale, Gozzi, Ciofi, Ardizzone, Ricci

369 visualizzazioni