Il Carpi dà ragione a Pochesci

Biancorossi sconfitti 3-2 a Pesaro

Il Carpi dà ragione a Pochesci

Gara dalle mille emozioni

PESARO - Alla vigilia, Pochesci aveva avvertito: possiamo vincere o perdere contro tutti. Asserzione che il suo Carpi conferma maldestramente subito, perdendo una partita almeno dai tre volti sul campo di una Vis Pesaro in grandissima difficoltà. Dopo essere andati sotto in avvio e quindi ribaltato con Biasci una gara che sembrava segnata in positivo, i biancorossi hanno subito la controrimonta e commesso nel finale quei peccati di gioventù che complicheranno i piani anche per la prossima gara con la Triestina.

Al via Pochesci recupera Venturi che completa la difesa con Gozzi e Varoli (in campo per l’infortunato Sabotic), il centrocampo è il solito mentre davanti Maurizi va a sostegno di Biasci e Carletti, che torna titolare. Nemmeno il tempo di prendere confidenza con il campo che il Carpi è già sotto: Bayeye non chiude la diagonale alle spalle di Gozzi e Venturi e Cannavò ha vita semplice a battere Rossini.

Il Carpi si sveglia lentamente e arriva al primo tentativo verso la porta marchigiana al 18’ con un destro di Maurizi che dopo una bella galoppata stringe troppo e il pallone si perde sul fondo. Il numero 10 è più presente nelle trame offensive e al 24’ è ancora pericoloso di testa su cross di Biasci, ma la difesa di casa si salva. Non appena la Vis Pesaro allenta ritmi e pressing c’è solo Carpi, con l’unico break pesarese firmato da un colpo di testa alto di Cannavò ancora perso da Bayeye (28’). Al 37’ arriva allora il gol di Biasci, di testa su punizione di Ghion: è la prima rete su azione in questo campionato per il capocannoniere dell’anno scorso. Su rigore, Biasci era invece già andato in gol due volte contro l’Arezzo e al 43’ concede il bis: dopo aver lanciato Maurizi che viene atterrato da Pezzi in area, il numero 28 si incarica di trasformare il pareggio dagli 11 metri.

La partita sembra aver preso una piega favorevole al Carpi, ma la ripresa ha in serbo altro. Dopo un gol annullato per fuorigioco molto dubbio a Carletti (49’) e un bolide a lato di Varoli (51’) arriva infatti improvviso il 2-2 della Vis, con Marchi che supera Gozzi in un contrasto aereo sul secondo palo e serve al centro D’Eramo che - perso da Lomolino - batte Rossini. La partita cambia improvvisamente e Rossini si deve superare prima su Lazzari (56’) e poi su Di Paola (60’), ma - dopo un break di Biasci, sulla cui rasoiata è decisivo Bastianello a terra (63’) e altri due tentativi alti di Di Paola (64’) e D’Eramo (66’) - il portiere biancorosso non può nulla sul missile dello stesso Di Paola che al 69’ ribalta nuovamente la gara portando la Vis sul 3-2. Nella girandola dei cambi, Pochesci rinuncia a Ghion e chiude la gara con la consueta mossa di Maurizi sull’esterno e Ferretti e Giovannini in avanti con Biasci e proprio Giovannini colpisce il palo al 76’ con un diagonale rasoterra. Un minuto dopo è Maurizi a divorarsi il gol ciccando a due passi dalla porta, poi ci prova due volte Ferretti in rovesciata (83’, attento il portiere di casa) e su punizione (87’, a lato di poco). Il gol del 3-3 non arriva, ma il recupero ha in serbo altre due tegole per il Carpi: la brutta espulsione di Rossini, che se la prende con un raccatapalle per un pallone non restituito, e l’ammonizione al diffidato Fofana. Entrambi salteranno la gara di domenica prossima con la Triestina.

VIS PESARO-CARPI 3-2

Reti: 6’ Cannavò, 37’ e 44’ rigore Biasci, 54’ D’Eramo, 69’ Di Paola

 

VIS PESARO (4-3-3): Bastianello; Gennari, Brignani (53’ Eleuteri), Lelj, Stramaccioni; Pezzi, Ejjkai (46’ D’Eramo), Di Paola; De Feo (89’ Ngissah), Cannavò, Marchi (55’ Lazzari). 

A disposizione: Bianchini, Farabegoli, Nava, Pannitteri, Faraghini.

Allenatore: Di Donato

 

CARPI (3-4-1-2): Rossini, Gozzi, Venturi, Varoli; Bayeye (73’ Ferretti), Ghion (65’ Bellini), Fofana, Lomolino (59’ Marcellusi); Maurizi; Biasci, Carletti (58’ Giovannini)

A disposizione: Pozzi, Varga, Mancini, Salata, Motoc, Ridzal, Offidani, Ceijas

Allenatore: Pochesci

 

Arbitro: Maggio di Lodi

 

Note: espulsi Rossini e Lazzari al 92’; ammoniti Venturi, Pezzi, D’Eramo, Ghion, Stramaccioni, Di Donato (allenatore Vis Pesaro), Bastianello, Fofana; recupero 0’ primo tempo e 5’ secondo tempo

FONTE: Foto facebook.com/vispesaro1898

403 visualizzazioni