I proprietari del comparto F2 tra Interspar e Borgogioioso al Tar per essere risarciti del piano negato. Il Comune decide di resistere

L'Amministrazione comunale ha deciso di resistere in giudizio davanti al Tar, incaricandone uno studio legale per un compenso di 9mila 749 euro, contro il ricorso presentato dai proprietari del comparto F2, l'unico lotto non edificato compreso tra l'Interspar e il Borgogioioso, in via Nuova Ponente. Il ricorso punta a ottenere un risarcimento per il diniego opposto dal Comune alla proposta di Piano particolareggiato autorizzata dal Consiglio comunale fin dal 2015: autorizzazione ribadita più volte, perché nel frattempo il piano continuava a latitare. Ma quando il progetto è finalmente arrivato sui tavoli dei tecnici comunali – e riguardava di fatto la realizzazione di un supermercato –, non è stato giudicato conforme alle norme in vigore del vecchio Prg né a quelle introdotte dalla nuova legge urbanistica regionale. segue

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più l'
abbonamento digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere la newsletter quotidiana VoceCittà con le notizie del giorno, Voce settimanale digitale e Voce mensile digitale di approfondimento, direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 29€
Abbonati