Tra parco, università e collegamenti prende forma l'Oltreferrovia

Questa volta non sono più auspici e speranze o, all'opposto, critiche di astrattezza visionaria che qualcuno indirizzava all'idea del parco Lama. La conferenza stampa tenuta questa mattina dal sindaco Alberto Bellelli, insieme al presidente della Fondazione CR Carpi, Corrado Faglioni e all'assessore all'Urbanistica, Riccardo Righi, ha trasmesso quanto meno la sensazione che ci si trova di fronte a una proposta precisa per l'Oltreferrovia, veicolata attraverso lo strumento di una variante al piano particolareggiato del comparto C6 dopo la sua cessione da parte di Cmb a una società di Parma. La variante è stata depositata proprio oggi ed è destinata a condizionare l'intero sistema dei luoghi al di là dei binari . Lo si direbbe un vero e proprio spostamento del baricentro della città che assegna a una sua porzione importante il rilievo che non ha mai avuto, per prefigurare un'operazione che ha un solo precedente nella storia urbana di Carpi: il “rovesciamento” del Castello verso la piazza e la sua trasformazione in palazzo. O, per dirla con il Sindaco, la messa a punto, a Est, di quella città del sogno, del sapere, del benessere e del paesaggio destinata a bilanciare la città della produzione e dei servizi indispensabili sorta a Ovest. Il tutto viene annunciato con tempi piuttosto ravvicinati: dopo la pubblicazione di oggi, scatterà il conto alla rovescia dei 60 giorni per presentare le osservazioni, mentre l'Amministrazione comunale avvierà i tavoli di consultazione con la città per definire le linee guida del progetto definitivo, presumibilmente pronto a settembre e a cura del soggetto attuatore del Comparto C6, del grande parco da 71 mila metri quadrati – cinque volte la superficie di piazza Martiri – che perverrà al Comune come area di cessione.

 

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€

Accesso completo al sito, più la
versione digitale mensile

Un mese dell’universo digitale di VOCE al prezzo di 5 euro: comprende la ricezione della newsletter quotidiana VOCE Città con tutte le notizie del giorno, del settimanale VOCE in pdf ogni venerdì e l'accesso a tutti i contenuti di voce.it riservati agli abbonati tra cui articoli (anche dall’archivio), interviste, rubriche e i VOCE Podcast. (non comprende la lettura di VOCE Mese) Costo Mensile 5€