L’inesperto risponde 2, Diario minimo del 19 agosto

L’inesperto risponde 2, Diario minimo del 19 agosto

Secondo alcuni la fine del mondo è vicina: mi sa dire quanto vicina?

Intanto precisiamo: non sarebbe la fine del mondo, ma quella della razza umana. Per quanto riguarda la distanza, non mi preoccuperei più di tanto, essendo quasi uguale a quella tra le varie correnti del Pd. Io, comunque, vedo due segni preoccupanti: 1) l’invasione degli invasasti, dai nazivegani agli animalisti; 2) al giorno d’oggi si parla sempre più di sessismo e sempre meno di sesso; 3) nessuno che proponga di ridurre i tempi del rosso semaforico durante i pomeriggi estivi.

 

Sono io, o gli automobilisti sono sempre più scorretti e maleducati?

Purtroppo debbo darle ragione, tanto che ho dovuto aggiornare il mio già nutrito catalogo delle mine vaganti stradali, inserendo due nuovi temibili personaggi: il Benaltrista-recidivo e il Catto-camionista. Stando al primo, le multe a suo carico sarebbero sempre da annullare, perché c’è chi fa molto peggio di lui: viene sorpreso a parcheggiare sulla piazzola dei disabili? La Polizia farebbe meglio a multare chi sfreccia ai cento all’ora nei centri abitati; viene beccato ai 100 all’ora in centro abitato? La polizia farebbe meglio a concentrarsi su chi guida in stato di ebbrezza; fino a quando, ovviamente, viene pescato al volante con 2,1 di alcol nel sangue e, quando dice che la polizia farebbe meglio a farsi i cazzi suoi, l’agente di turno gli risponde che farebbe meglio a trovarsi un avvocato. Il catto-camionista, invece, è il classico caso di contraddizione in termini: anche se il suo camion, tempestato di adesivi di Padre Pio, crocefissi con luci al neon e corone del rosario, sembra un santuario ambulante, basta che qualcuno gli dia un colpo di clacson, sperando che accosti e favorisca il sorpasso, per scatenare un vero e proprio inferno di improperi, imprecazioni hard e dita alzate.

 

In tv vediamo Gordon Ramsey e Carlo Cracco perennemente imbufaliti: ma gli chef, nella realtà, sono davvero così feroci?

Lavorare in un ristorante stellato significa essere sempre sotto pressione e quindi le occasioni per alzare al voce non mancano, ma in genere gli chef stellati sono più raffinati e usando imprecazioni in stile col loro ruolo, tipo: vaffancuoco, pezzo di meringa e figlio di Puttanesca.

 

Come si spiega il suicidio politico di Salvini?

Non saprei cosa dirle se non che, tra gli insider, c’è chi sostiene di averlo sentito sbottare: “È la prima ed ultima volta che seguo il consiglio di Wanda Nara”.

 

Si sa qualcosa del programma del Conte bis?

No, ma tra le priorità del nuovo governo la precedenza assoluta va al decreto sicurezza: sicurezza che Salvini non metta più piede a Palazzo Chigi.

109 visualizzazioni