Economie verso la svolta ribassista

Ormai ci siamo e sembra tutto perfetto, un mix di condizioni economiche e finanziarie che ci porteranno tra qualche mese a un nuovo punto di svolta ciclica ribassista. Ma come? Non ci avevano detto di stare tranquilli perché tutto procedeva ancora in senso positivo? Certo, lo è ancora ma in finanza si tende più a guardare a ciò che potrebbe accadere nel prossimo futuro, senza alcuna velleità previsiva, ma consapevoli che a un certo punto e dopo nove anni di crescita continua la macchina economica americana si potrà arrestare per un periodo. E se si ferma quella si arresta il mondo intero. E cosi osservando bene il grafico possiamo notare come l’indicatore ciclico DM Cycle indicator elaborato dalla Morgan Stanley, fra le principali case d’investimento e di analisi del mondo, sia diretto verso un top ciclico che come nei tre casi precedenti, dal 1980 a oggi, ha dimostrato di anticipare bene il successivo punto di svolta ribassista.

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€