Settegiorni, su Voce dell'1 ottobre

I prezzi salgono, gli stipendi e le pensioni calano: da quanto tempo non si sentiva parlare di inflazione, eterna compagna di viaggio della vecchia lira? Ebbene, rieccola: e dire che qualcuno la rimpiangeva, perché senza inflazione c'è ristagno e decrescita.

Un importante colosso farmaceutico ha annunciato che è pronta la pillola anti Covid, in attesa dell'autorizzazione dell'americana Food&Drugs Administration (Fda). E ora attendiamo che si manifestino i primi obiettori (ph. TG24).

 

Nel volgere di pochi giorni Matteo Salvini, che con le bagarre elettorali va a nozze, ha spostato il fuoco delle dichiarazioni prima sulla riapertura delle discoteche, poi sull'ipotesi di riforma degli estimi catastali e infine sulla condanna del Sindaco di Riace (“Altro che dare la caccia agli omosessuali nella Lega: la sinistra in Calabria candida condannati a 13 anni”). A giudicare dalle ultime mosse, si direbbe che riesca a fare perfettamente a meno del suo spin doctor Luca Morisi, preso da altre faccende.

 

Alta finanza al Consiglio comunale dell'altra sera. Al risultato di 3,121 milioni di euro dell'esercizio 2020 del Gruppo consolidato Comune di Carpi (la capogruppo Comune più le partecipate), in base alle percentuali possedute e all'andamento delle aziende, la Fondazione Fossoli ha concorso per 204 mila euro, l'Amo (Agenzia per la mobilità) per 94 mila, l'Ente Parchi per 13 mila e così via, in scala discendente. Fino agli 86 centesimi di Lepida (partecipazione dello 0,014 per cento) e, più sotto ancora, ForModena, che ha ribaltato sul bilancio un meno 40 mila euro. Aimag da sola vi ha concorso invece per 3,2 milioni: si capisce perché ci sia tanta tensione intorno alla multiutility?