Back Door

Il retro, il dietro, chiamatelo come volete, ma insomma avete capito, quello: il sedere.

Argomento un po’ più hard e per tanti ancora tabù, il sesso anale per qualche ragione che credo sia da ricercarsi in un certo istinto atavico proprio del regno animale ha sempre e comunque il suo fascino, tradizionalmente solo per gli uomini che vedono in questa pratica la massima espressione della loro superiorità testosteronica e della conseguente totale possessione della "femmina", sta riavendo un certo successo anche fra i maschietti che, superata la barriera mentale per cui "è una cosa da froci", scoprono che in realtà la prostata può avere un suo perché anche fuori dall'ambulatorio urologico.

Rimanendo sul classico è facile comprendere i motivi sia psicologici (già detti) che fisici (dovrebbe essere più stretto quindi "abbracciare" di più) e soprattutto pratici (è un anticoncezionale naturale e sicuro al 100 per cento fruibile anche in quel particolare momento del mese in cui le vie standard possono essere momentaneamente interdette).

Quello che però a volte sfugge all'uomo è che la faccenda non è così tutta rose e fiori come Megasesso.it gli fa credere, ma ci sarebbe qualche accorgimento che sarebbe meglio mettere in pratica per evitare che l'inesperienza o la foga comprensibilissima del momento creino una situazione che più che altamente erotica diventa decisamente spiacevole, e soprattutto rischiare che quello che doveva essere l'inizio di una fortunata lunga serie di rapporti "alternativi" si trasformi invece nel primo e unico tentativo fallimentare.

 

 

 

 

 

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale annuale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€

Accesso completo al sito, più la
versione digitale mensile

Un mese dell’universo digitale di VOCE al prezzo di 5 euro: comprende la ricezione della newsletter quotidiana VOCE Città con tutte le notizie del giorno, del settimanale VOCE in pdf ogni venerdì e l'accesso a tutti i contenuti di voce.it riservati agli abbonati tra cui articoli (anche dall’archivio), interviste, rubriche e i VOCE Podcast. (non comprende la lettura di VOCE Mese) Costo Mensile 5€